Giuseppe Ungaretti che legge le introduzioni dello sceneggiato ‘Odissea’

Odissea, sottotitolato Le avventure di Ulisse, è uno sceneggiato televisivo a puntate basato sull’omonimo poema di Omero coprodotto e trasmesso dalla RAI nel 1968. In quegli anni, fu...

11453 6
11453 6
Condividi

Odissea, sottotitolato Le avventure di Ulisse, è uno sceneggiato televisivo a puntate basato sull’omonimo poema di Omero coprodotto e trasmesso dalla RAI nel 1968.

In quegli anni, fu uno degli sceneggiati RAI di maggior successo, con un livello di spettacolarità superiore a quello delle precedenti produzioni televisive e un cast di rilievo, tra cui spiccavano Bekim Fehmiu nel ruolo di Ulisse e Irene Papas nel ruolo di Penelope.

Ogni puntata era preceduta da un’introduzione in cui il poeta Giuseppe Ungaretti leggeva alcuni versi del poema. Ungaretti leggeva con voce stentorea, ma con intensità e partecipazione ineguagliabili, i versi del poema. Oltre che squisito poeta, Ungaretti si mostra eccellente attore nell’immedesimarsi nei vari personaggi del poema omerico, con capacità trasformistiche del viso e della voce davvero uniche.

La successiva replica in TV dello sceneggiato è dell’estate 1974, ma il grande poeta era già passato a miglior vita. Non se ne fanno mica più, di poeti e di sigle iniziali così suggestive ed epiche.

Ungaretti Odissea 2 FB

Odissea_Ulisse_e_le_sirene

Odissea_Cavallo_di_Troia

In this article

Join the Conversation

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

6 comments

  1. catofbear

    Semplicemente meraviglioso !!

  2. Laudator

    Ungaretti lo ricordo benissimo. Dialogava con Enza Sampò. Ho cercato vanamente un filmato delle memorabili letture che precedevano l’episodio dell’Odissea. Qualcuno ha qualche suggerimento? Grazie

  3. Redunzl

    Lo ricordo ancora. Avevo 7 anni e, ebbene sì, pensavo fosse Omero in persona!!! Mi sembrava un uomo di una vecchiaia assurda, accentuata anche dal modo che aveva di declamare.

  4. effefox

    il video non c’è… come avete fatto a vederlo?

    1. Giulio Regosa

      Il video è introvabile, la descrizione del poeta è nella memoria (naturalmente soggettiva …)

  5. robdimo

    Io ricordo anche l’affettuosa satira che faceva Alighiero Noschese (anche lui indimenticabile protagonista di quegli anni) di Ungaretti che si immedesimava tanto nella declamazione da cadere dalla sedia a forza di gesticolare e continuava a recitare dal pavimento…

error: Il contenuto della pagina è protetto!