Il Buondì Motta

On 15 maggio 2010, in Cibo, by Giulio Regosa

Il Buondì MottaW fu una delle prime merendine confezionate che conquistarono il mercato negli anni ’60. In realtà, era stata creata nel 1953 da Angelo Motta la cui intenzione era quella di produrre una brioche sulla base del tradizionale panettone. Si tratta di un piccolo pagnocchino dolce a consistenza morbida, con l’impasto a lievitazione naturale ricoperto da un sottile strato di glassa con guarnizione di granella di zucchero.

Prevalentemente era disponibile in confezione singola, soprattutto nei bar, e nelle confezioni da otto Buondì che conosciamo anche oggi. Divenne in poco tempo un mito alimentare incredibile, con una tale forza di contaminazione che nei bar la frase ‘cappuccino e brioches’ era diventata ‘cappuccino e Buondì’.

Per noi bambini mangiare il buondì aveva un particolare rito: si cominciava sempre dalla glassatura superiore con zucchero, che veniva staccata delicatamente con i denti davanti e gustata da sola. Massima abilità se si riusciva a rimuovere la glassatura in un solo pezzo. Il rimanente buondì non faceva in tempo a riprendersi dall’asportazione della glassa che veniva divorato con: a) quattro o cinque bei morsi a secco e un bel tempo di masticazione; b) immersione rapida in latte caldo con istantaneo inghiottimento della polpa fradicia; c) Farcitura ricca e cariogena di confettura, Nutella o surrogati, e poi come punto a).

Il punto a), in particolare il fatto che il Buondì che richiede lunghi tempi di masticazione prima di poter essere diluito, vide nascere un gioco ‘estremo’ come quello di tentare di mangiare un Buondì in meno di 60 secondi. Detto così sembra la cosa più facile del mondo, ma provate, e poi ditemi se ci riuscite …

Dal 2002 il Buondì è diventato un prodotto della Bistefani che ha rilevato il marchio e prosegue la produzione in numerose varianti.


Guarda altri articoli correlati:

  1. La Girella della Motta
  2. Il fagottino all’albicocca Motta
Tagged with:  

3 Responses a “Il Buondì Motta”

  1. KEKKANET scrive:

    Qualcuno sa dove reperire lo spot storico del Buondì?? Protagonista un ragazzo che si sbatte a fare ginnastica, a scuola con la faccia molto incavolata… “e scusa sai ma l’atleta chi lo fa”.. lo stesso jingle è stato poi ripreso qualche anno dopo, ma io ricordo bene il primo!!! AIUTO!

  2. marco scrive:

    prova sul sito: http://www.buondi.it, ho visto che l’hanno rifatto!
    Altrimenti anche sul canale di youtube: http://www.youtube.com/user/BuondiBistefani ce ne sono un sacco!!!

    ciaoooo!!!

  3. Mariano scrive:

    A me ricordavano lo stesso sapore della colomba pasquale commerciale. A mio figlio piacciono tanto….mah!

Lascia il tuo ricordo su questa voce

Devi essere registrato per inserire i commenti.
Per registrarti clicca qui. Se sei già registrato fai il login.