I film a cartoni animati di Bruno Bozzetto

Erano ‘Vip mio fratello super uomo’, ‘West and soda’ e ‘Allegro ma non troppo’. “Vip mio fratello superuomo” è un lungometraggio del 1968, un ‘cult’ memorabile che usci` …

43 0
Condividi questo articolo
43 0
West-and-Soda

Erano ‘Vip mio fratello super uomo’, ‘West and soda’ e ‘Allegro ma non troppo’.

“Vip mio fratello superuomo” è un lungometraggio del 1968, un ‘cult’ memorabile che usci` nei cinematografi nel periodo natalizio di quell’anno insieme a “Putiferio va alla guerra” dei fratelli Gavioli e a “Il libro della Giungla” di Walt Disney. Il film narra le avventure di SuperVip, un eroe mascherato bello, possente e anche un po’ antipatico, e di MiniVip, suo fratello imbranato, piccolo di statura, complessato, brutto e occhialuto, una specie di Woody Allen in calzamaglia, in una serie di avventure per salvare la bella di turno dal cattivo che minaccia il mondo. Il film, un capolavoro d’originalità e di lungimiranza, molto piacevole da vedere ancora oggi, è superbamente disegnato e non meno delizioso nella qualità del colore ed è supportato dalle splendide musiche di Franco Godi e dall’inquietante canzone di Herbert Pagani dal titolo “Metti un tigre nel doppio brodo”. Da brivido il motivetto di quattro note (MI-SI-RE-DO) che accompagna le esibizioni della perfida imprenditrice Happy Betty, padrona di numerose catene di supermercati e acerrima nemica di SuperVip e MiniVip.

“West and soda” è del 1965 ed è un altro grande capolavoro. Pressoché privo di dialoghi è un’amabile presa per i fondelli tutta italiana dei classici personaggi dei films western, dal baro allo sceriffo, dal bounty killer ai pellerossa infuriati. E’ ancora oggi reperibile in videocassetta. Ricordiamo che ambedue i films sono stati inseriti nella trasmissione “Mille e una sera”.

“Allegro non troppo” è un film metà disegno animato e metà con attori veri (tra i quali spicca Maurizio Nichetti nel ruolo del direttore d’orchestra) che come il “Fantasia” di Walt Disney mescola sinfonie classiche e disegni animati. Da segnalare su tutti gli episodi lo splendido “Valzer triste” di Sibelius con un gatto che scappato di casa ritorna dopo qualche tempo e la trova abbandonata e vuota e tristemente si aggira in essa.

Condividi questo articolo
In this article

Inserisci la tua memoria in questa scheda

error: Content is protected !!