La canzone “A mille ce n’è” delle Fiabe Sonore

On 11 settembre 2010, in Canzoni, by Giulio Regosa

Le fiabe sonore erano costituite da un disco a 45 giri con la favola recitata e da un libro di grande formato con la favola sceneggiata e illustrata. Ne avevo molte, ricordo Pollicino, Il gatto con gli stivali, Cenerentola, il soldatino di piombo, Tredicino, il soldatino di piombo, il principe senza paura. Normalmente, i dischi venivano ascoltati col il mangiadischi arancione e ogni favola era preceduta da un’introduzione cantata assolutamente struggente ed evocativa.

Eccovi la sigla con un frammento della fiaba “Il gatto con gli stivali”

Eccovi il testo della canzone:

‘A mille ce n’è nel mio cuore di fiabe da narrar (da narrar),
venite con me nel mio mondo fatato per sognar (per sognar),
non serve l’ombrello, il cappottino rosso e la cartella bella per venire con me,
basta un po’ di fantasia e di bontà … e di bontà … C’era una volta …’

Eccovi le immagini della copertina originale, in fronte e retro, e del disco de ‘I tre porcellini’ e di ‘Cenerentola’.




Guarda altri articoli correlati:

  1. Le ‘Fiabe Sonore’
  2. Il teatrino dei burattini
  3. Le fiabe della serie ‘I cuccioli’
  4. La canzone ‘Cento Campane’ sigla dello sceneggiato TV “Il segno del comando”
Tagged with:  

3 Responses a “La canzone “A mille ce n’è” delle Fiabe Sonore”

  1. ziomugna scrive:

    Ricordo benissimo. Leavevo tutte.
    La sera si aspettava papa’ quando era il giorno che usciva la fiaba..
    Che emozoni… Graziee!!

  2. zuma1965 scrive:

    Sigla indimenticabile, e storie magnificamente interpretate (de ‘i tre porcellini’ so quasi le battute a memoria e anche le intonazioni) ….in questi ultimi periodi le stanno riproponendo e io ne ho acquistato alcune per far provare ai miei figli le stesse sensazioni che provavo io… ma mi rendo conto che queste cose oggi non possono competere con la tecnologia con cui oggi loro convivono….splendidi ricordi comunque
    ciao

  3. robertovittorioso scrive:

    Illustrate splendidamente!

Lascia il tuo ricordo su questa voce

Devi essere registrato per inserire i commenti.
Per registrarti clicca qui. Se sei già registrato fai il login.