I fumetti del west e dintorni

Si tratta di fumetti per ragazzi ambientati nel grande continente americano, da nord a sud. I più innovativi erano Tex, creato da Gian Luigi Bonelli, e pubblicato con...

1013 0
1013 0
Condividi

Si tratta di fumetti per ragazzi ambientati nel grande continente americano, da nord a sud. I più innovativi erano Tex, creato da Gian Luigi Bonelli, e pubblicato con l’etichetta Daim Press del figlio Sergio Bonelli; e Zagor, creato da Sergio Bonelli per la Sergio Bonelli Editore. Fra le serie minori ricordiamo: Il grande Blek, Kinowa il giustiziere del West, il piccolo Ranger, Capitan Miki, La storia del West.

Tex Willer, popolare ancora oggi, piace per la serietà delle sue storie “adulte”, dal taglio cinematografico, forse ripetitive (classica battuta:”Una bistecca alta quattro dita con una montagna di patatine fritte!”) ma sempre improntate ai valori più nobili.

Zagor Ten-ai, lo spirito della scure, era forse preferito dai lettori più giovani per la presenza del suo simpatico assistente Cico, alias Felipe Cayetano Lopez y Martinez y Gonzales. Zagor, lo spirito con la scure, ha dedicato la sua vita a difendere i più deboli, tra cui gli indiani, che lo considerano come un semidio; si batte contro i cattivi insieme al fido amico e compagno di avventure messicano il quale tutte le volte che cerca di dire il suo nome per intero non vi riesce mai perché succede sempre qualcosa che interrompe il monologo.

Capitan Miki e il grande Blek erano invece pubblicati dalla casa editrice Dardo. Il Grande Blek era un fumetto che narrava le avventure del trapper Blek, il quale si batteva al tempo della guerra di Indipendenza Americana contro gli Inglesi invasori insieme al medico ubriacone Salasso ed al vecchio ancora più ubriacone Doppio Rhum.

In this article

Join the Conversation

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto della pagina è protetto!