Il carosello del Digestivo Antonetto

Carosello era un programma così divertente che ai bambini degli anni 60 e 70 piacevano molto anche le scenette di prodotti per adulti, come quelle di Nicola Arigliano...

10532 0
10532 0
Condividi

Carosello era un programma così divertente che ai bambini degli anni 60 e 70 piacevano molto anche le scenette di prodotti per adulti, come quelle di Nicola Arigliano per il digestivo Marco Antonetto.

Negli anni ’60 Nicola Arigliano è protagonista di un divertente serie di caroselli che iniziano con la dichiarazione: “Un vero uomo non discute: scommette”.

Eccovi un esempio: “io non discuto, scommetto! Scommettiamo una cena?” dice Nicola prima di perdere la scommessa. Poi … dissolvenza … ed ecco Nicola che a fine pasto mette su un piatto al ristorante una banconota da 10.000 Lire, di quelle vecchie grandi come lenzuola, stirandola con la mano e con tutti gli amici che gli dicono “paga … paga!”.

Dato quindi che ogni scommessa si concludeva regolarmente in una ignominiosa sconfitta, il buon Nicola aveva bisogno di un efficace digestivo per attenuare le scariche di acido nel suo stomaco malconcio. E cosa meglio del Marco Antonetto (“Sotto il segno di Antonetto, digestione a pronto effetto”), prodigioso medicinale da masticare senz’acqua, e così comodo che si pu’ prendere anche in tram?

Molto famosa fra i bambini anche la pubblicità degli anni ’70, con Arigliano nelle vesti di guida turistica (“Gruppo vacanze Piemonte si parte!”) che, dopo un’esibizione canora sul torpedone, invita un turista straniero a prendere il Marco Antonetto per risolvere la sua digestione così difficile da averlo fatto addormentare. Storica l’immagine di chiusura, con Nicola che si passa la mano sulla pancia sul tram e dice “E’ così comodo che si può prendere anche in tram”.

In this article

Join the Conversation

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto della pagina è protetto!