La bicicletta Graziella

Mezzo tipicamente femminile, la bici pieghevole Graziella prodotta dalla Teodoro Carnielli di Vittorio Veneto (TV) era però molto utilizzata da quei maschietti specialisti nell’arte dell’impennata. Per le sue...

1482 1
1482 1
Condividi

Mezzo tipicamente femminile, la bici pieghevole Graziella prodotta dalla Teodoro Carnielli di Vittorio Veneto (TV) era però molto utilizzata da quei maschietti specialisti nell’arte dell’impennata.

Per le sue piccole dimensioni, la solidità e la maneggevolezza, la Graziella consentiva a questi esperti evoluzioni incredibili e molto lunghe.

La bicicletta Graziella era costosa, robustissima, pieghevole, senza cambio, dipinta nel classico colore blu ed anche bianco e per usarla in salita richiedeva la potenza fisica di Bud Spencer!

Nella versione base, la più diffusa, era disponibile in soli due colori, bianco e blu; ne esistevano anche due versioni sportive: la Graziella Cross dal sellino con lo schienale e l’aggressiva e bellissima Graziella Leopard, ispirata ai choppers del film “Easy Rider”, e che rispetto al modello Cross vantava aveva il cambio a cloche e l’aggressiva testa di un leopardo sullo schienale anatomico.

Quest’ultimo modello costava quasi quanto un ciclomotore e per il suo prezzo eccessivo non ebbe purtroppo alcun successo commerciale.

In this article

Join the Conversation

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 comment

  1. iac65

    …impennavo di brutto!!! non avevo rivali! ancora oggi, se non mi vede nessuno, ci provo! e vai di ruota dritta! ricordo anche una versione con contropedale con la quale facevo delle mostruose inchiodate!!!

error: Il contenuto della pagina è protetto!