La corsa delle automobiline per le discese

Quando non si voleva giocare alle autopiste, si organizzavano anche dei gran premi utilizzando delle strade in discesa, magari quelle più ripide; ciascuno portava la propria automobilina opportunamente...

798 0
798 0
Condividi

Quando non si voleva giocare alle autopiste, si organizzavano anche dei gran premi utilizzando delle strade in discesa, magari quelle più ripide; ciascuno portava la propria automobilina opportunamente appesantita all’interno con dei piombini, di solito si usavano quelli che si trovavano attaccati ai salami (altrimenti andavano bene anche dei sassolini piccoli abbastanza da farli entrare all’interno della carrozzeria) si aspettava che non vi fossero automobili vere di passaggio e si iniziava: di solito la posta in palio era una automobilina che il vincitore doveva scegliere tra quelle degli sconfitti.

Così capitava che tutti utilizzassero quelle meno belle e magari con tante bozze ed ammaccature per non essere prescelti, bastava che l’auto fosse sufficentemente veloce da poter competere per la vittoria.

Le dimensioni del mezzo dovevano essere standard, ovvero tutti dovevano avere un auto della stessa scala (1/43 di solito) ma capitava che qualcuno partecipasse con mezzi piu’ piccoli e molto veloci o piu’ grossi e lenti; mio fratello pero’ utlizzava addirittura un trattore molto grosso senza pesi supplementari eppure vinceva quasi sempre lui, infatti una volta che non vinse il vincitore si prese il suo trattore!

Capitava poi che all’improvviso qualche auto vera irrompesse sul circuito in modo imprevisto facendo strage dei concorrenti, ovvero schiacciandoli o scompaginando l’ordine di gara, in quel caso si doveva ricominciare, tranne quelli che avevano avuto danni irreparabili.

In this article

Join the Conversation

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto della pagina è protetto!