I copriquaderni e coprilibri in plastica blu

I libri e i quaderni di scuola erano bene prezioso, infatti per proteggerli si provvedeva a ri-copertinarli. Le possibilità per ricoprirli erano due: utilizzare delle copertine in plastica...

1608 0
1608 0
Condividi

I libri e i quaderni di scuola erano bene prezioso, infatti per proteggerli si provvedeva a ri-copertinarli.

Le possibilità per ricoprirli erano due: utilizzare delle copertine in plastica già pronte, oppure realizzare le proprie copertine con dei fogli di plastica.

Per il primo metodo, la Co-Libri e la Vedo sono state le principali case produttrici di questo pratico e veloce sistema per foderare i libri e i quaderni. Mentre i copriquaderni erano un semplice foglio in plastica con due alette in cui inserire la copertina del quaderno stesso, l’applicazione del coprilibro era un po’ più complessa. Bisognava far collimare il bordo superiore del libro con quello del coprilibro, tagliare la parte eccedente seguendo le linee già tracciate, togliere la protezione alle strisce autoadesive poste ai lati e fissare così il coprilibro al libro. L’opera si completava applicando l’etichetta adesiva porta-nome, spesso recante la bandiera di una nazione.

Sia i copri-quaderni che i copri-libri erano disponibili in tinta unita o in fantasia. I copri-libri furono anche prodotti in una combinazione assai singolare, trasparente nella parte anteriore e a disegni scozzesi nella posteriore.

Per il secondo modo, invece, si prendevano delle sfoglie di plastica trasparente, blu o verde o incolore, la si tagliava con cura prendendo la misura per gli angoli che andavano tagliati e smussati se no pungevano; in genere c’era un padre o una colf abile all’opera che istruiva e seguiva i lavori, se no era roba da applicazioni tecniche.

Succedeva spesso che il copriquaderno di plastica o era troppo largo e ballava, o troppo stretto e tirava.Ma andava bene lo stesso; e via sotto la pioggia o a tirarseli dietro oppure scrivendo che libro fosse o di chi su apposite etichette bianche da incollarci sopra.

Un problema era come utilizzare al meglio tutto il foglione di plastica che si comperava in computisteria.

In this article

Join the Conversation

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto della pagina è protetto!