Le merendine dolci fatte a casa

Per il bambino degli anni ’70 la merenda si fa essenzialmente a casa, con ingredienti semplici e tradizionali, con le squisite torte della mamma o con il delizioso...

1548 5
1548 5
Condividi

Per il bambino degli anni ’70 la merenda si fa essenzialmente a casa, con ingredienti semplici e tradizionali, con le squisite torte della mamma o con il delizioso pane e Nutella.

Se le merendine dolci confezionate erano un raro sfizio pomeridiano che ci concedevamo con le nostre poche lirette o, al massimo, un supporto energetico per il mattino a scuola (ma molto meglio la focaccia del formaio Cinelli), era a casa che noi bambini degli anni ’60 e ’70 facevamo delle vere e deliziose merende.

L’ingrediente fondamentale in quegli anni era lo zucchero bianco, che in quegli anni e almeno fino ai primi anni 80 veniva considerato un alimento di grande valore nutritivo, in grado di aumentare lo sviluppo fisico e mentale (si diceva “Lo zucchero è pieno di vita” e “Lo zucchero fa bene al cervello”).

Quindi lo zucchero era consumato noi bambini con gusto ed in grandi quantità, addirittura incentivati in ciò dai nostri genitori. Era questo un tipico esempio della loro mentalità post-bellica che preferiva un figlio con denti guasti ma robusto, che con denti sani ma fisico rachitico.

Di conseguenza, le nostre merendine casalinghe erano fortemente basate sugli zuccheri, a cominciare (in ordine casuale) dallo squisito pane con lo zucchero (e poco burro): la merendina più dolce per farsi del male ai denti. Istruzioni: prendere un pane, dividerlo, spalmare un velo di burro sulle due facce interne, cospargere abbondantemente di zucchero, mangiare con gusto.

Seconda merendina deliziosa è stato il latte condensato, concentrato puro di dolcezza, che mangiavamo a profusione mascherandoci dietro alle sue presunte qualità nutritive. Era confezionato in barattolo o nel (molto) più comodo tubo di metallo, tradizionalmente spremuto direttamente in bocca dal beccuccio. Riempirsi completamente la bocca di latte condensato era qualcosa di veramente fantastico.

Poi c’erano le torte della mamma, fatte di persona, perché allora le mamme stavano a casa con noi bambini, e fatte molto spesso, almeno settimanalmente a casa mia, ma per qualche fortunato anche più spesso. Gli ingredienti erano tutti basi: farina, uova, burro, frutta, marmellata fatta in casa, quindi nessun preparato preconfezionato (che non esistevano ancora, ma che se anche ci fossero stati nessuna mamma avrebbe mai acquistati, più per la stranezza di comperare una roba che potevano benissimo fare loro, che per altro). A casa mia le torte erano prevalentemente crostate con la marmellata o torte di mele, ma ogni mamma aveva le su torte preferite ed erano tutte buonissime.

Altra merenda deliziosa e ambitissima era il Pane e Nutella (ma anche il pane con i surrogati e concorrenti d’epoca di Nutella), su cui bisognava dire così tanto che ho messo tutto in questa scheda.

Queste erano le merende dolci principali che hanno deliziato la mia infanzia di bambino degli ’70. Se voi facevate altre merende ditemelo commentando qui sotto.

In this article

Join the Conversation

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

5 comments

  1. Mariano

    Le merende di quando eravamo bambini erano le migliori. Il mio piccolo ha voluto provare pane burro e zucchero ed è rimasto entusiata.

  2. ziodario

    ingredienti: fetta di pane di frumento bagnata nel latte , fritta e cosparsa ancora calda di zucchero…….evviva la carieeeeeeee

  3. lalla

    mi ricordo che la mamma bagnava il pane appena e poi burro e zucchero a volontà, ragazzi che buono

  4. martina

    Altrochè!! E pane burro e marmellata?…..Qualcuno si ricorda la piccola cioccolata, confezionata in carta dorata, con noci, che davano in alternativa alla marmellata nelle cologne? Ciau!

  5. martina

    Scusate, Colonie…dove ci mandavano un mesetto da bimbi, in montagna o al mare?

error: Il contenuto della pagina è protetto!